Top Ad unit 728 × 90

recent

Trovato motorino nella bici: Sei anni di squalifica per Van den Driessche

La 19enne belga Femke Van den Driessche è stata trovata con un motorino nella bici al campionato mondiale di ciclocross a Zolder, il 30 gennaio, dove gareggiava nella categoria under 23.

Come di rito, prima dell’inizio della gara, i commissari dell’Uci tramite l’utilizzo di un apposito sistema di scansione collegato ad una app per Tablet, hanno scoperto che all’interno della bici dell’atleta belga c’era qualcosa di strano. Subito dopo la gara quindi, i commissari hanno messo sotto sequestro il mezzo per degli ulteriori accertamenti ed hanno scoperto che all'interno del telaio era stato nascosto in precedenza un motorino elettrico.

"La bici è stata scansionata usando la tecnologia con risonanza magnetica sviluppata dall'Uci durante l'anno. Il motore era un Vivax nascosto con la batteria posta nel reggisella. Era controllato da un pulsante con Bluetooth istallato sotto il nastro del manubrio" - Con queste parole l'Uci ha giustificato nel comunicato sulla squalifica della Van den Driessche i sei anni di squalifica.

[post_ad]

È il primo caso di frode meccanica accertato da quando è prevista nel regolamento Uci, l'unione ciclistica internazionale. L’atleta belga rimarrà lontana dai circuiti per ben 6 anni, fino al 21 Ottobre 2021. La pena inflitta dalla commissione disciplinare dell'Uci, inoltre, prevede anche una multa di 20.000 franchi svizzeri e il pagamento delle spese del procedimento oltre, alla restituzione di medaglie e premi in denaro ricevuto nel periodo coperto dalla squalifica.
Trovato motorino nella bici: Sei anni di squalifica per Van den Driessche Reviewed by ciclismonelcuore on 12:43 Rating: 5
Tutti i diritti riservati Ciclismo Nel Cuore - Il ciclismo in un click © 2015 - 2016

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.